Come progettare la ristrutturazione della cucina

La cucina è uno degli ambienti di casa dove si trascorre la maggior parte del tempo. Infatti è non solo il luogo deputato alla preparazione dei pasti, ma anche lo spazio dove la famiglia si ritrova nei momenti di convivialità. Ma quando è il momento di ristrutturare questo spazio domestico? Cosa bisogna sapere e fare prima di ristrutturare? Scopriamo insieme tutto quello che devi sapere. Progetto, budget, stile e trend.

ristrutturazione-cucina-5

La funzione della cucina ha subito nel corso del tempo una sostanziale modifica nell’immaginario collettivo. Infatti, da semplice stanza di servizio, si è trasformata in spazio aperto e nuova dimensione del vivere. Sono venute sempre più meno le divisioni tra le varie stanze della casa ed in particolare tra cucina e salotto.

La cucina si è aperta al living ed in questo modo ha conquistato ancora più importanza nella definizione degli spazi casalinghi. Basta pensare alla sempre maggiore diffusione di open space. Per questo motivo, rinnovare la cucina acquista sempre più importanza. La necessità di creare un ambiente unico ed armonico spinge a ristrutturare la cucina.


Leggi anche: Pulire casa dopo lavori ristrutturazione

Ma quando è il momento di rinnovare la cucina di casa? Quali sono le operazioni da effettuare per procedere ai lavori di ristrutturazione? Ecco come procedere.

Quando ristrutturare la cucina di casa

L’arredamento di una cucina di qualità può durare in media, mantenendosi in buone condizioni, anche più di 20 anni. Trascorso questo periodo inevitabilmente nasce l’esigenza di ristrutturare la propria cucina sia per dare un aspetto più alla moda, sia per avere elettrodomestici più all’avanguardia, o piani di lavoro più funzionali.

Ad esempio, dopo un certo numero di anni, gli elettrodomestici possono rompersi oppure risultare obsoleti. Per questo motivo andrebbero sostituiti con apparecchi più performanti o che ad esempio hanno consumi più bassi, o ancora più funzioni.

Anche per quanto riguarda il top della cucina o i pensili può essere necessaria la sostituzione. Ad esempio con il passare del tempo si possono usurare o semplicemente vogliamo degli arredi più di tendenza. In tutti questi casi è opportuno progettare una ristrutturazione.

ristrutturazione-cucina-7

Progettare la ristrutturazione

La parola d’ordine è proprio progettare, perché una ristrutturazione non è un’operazione semplice, ma al contrario richiede una precisa e puntuale programmazione, per evitare di ritrovarsi a vivere per diversi mesi in un cantiere aperto.

Se avete deciso di ristrutturare la cucina, fate un progetto di quello che vorreste realizzare. Non bisogna per forza essere dei professionisti, basta anche un semplice schizzo con l’indicazione delle parti da cambiare e la definizione dei nuovi spazi. In alternativa potete anche affidarvi ad un professionista che progetterà i nuovi spazi, conciliando le vostre esigenze con aspetti professionale di riorganizzazione degli spazi.


Potrebbe interessarti: IKEA planner: Progetta la cucina e risparmia oltre il 50%

Una buona soluzione sarebbe anche quella di ricorrere ad un contratto chiavi in mano. In pratica affidare l’intera operazione di ristrutturazione ad un’azienda specializzata che si occuperà di ogni aspetto. Voi dovrete semplicemente scegliere il progetto che desiderate e l’azienda lo realizzerà per voi.

ristrutturazione-cucina-6

Restyling o ristrutturazione completa

Quando si parla di ristrutturazione è bene specificare che esistono diversi gradi di ristrutturazione, a seconda del tipo di intervento che si effettua.

  • Restyling. Ad esempio potete voler solo dare una rinfrescata all’ambiente, senza necessariamente dover effettuare delle modifiche consistenti.
  • Ristrutturazione parziale. Si tratta di una ristrutturazione che rinnova l’ambiente senza apportare cambiamenti alla struttura della stanza.
  • Ristrutturazione completa. Si tratta di un intervento più incisivo perché prevede una totale ristrutturazione della cucina. Ad esempio si interviene sostituendo i pavimenti, gli impianti  e gli allacciamenti alle utenze domestiche. In questo caso ad esempio è possibile abbattere pareti o prevedere interventi che modifichino la struttura della stanza.

ristrutturazione-cucina-9


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Definizione del budget

Se state progettando di ristrutturare la vostra cucina è fondamentale stabilire un budget da investire. Questo aspetto non è per nulla secondario, perché a seconda della cifra di cui potete disporre, potete effettuare alcune scelte. Ad esempio, se si ha a disposizione un budget limitato meglio optare per una ristrutturazione meno invasiva. In questo caso potete decidere si sostituire solo gli elementi di arredo, senza dover necessariamente effettuare dei cambiamenti strutturali.

Se invece al contrario, disponete di un budget consistente potete puntare anche ad una ristrutturazione che preveda il rifacimento dei pavimenti, l’abbattimento di pareti e la successiva imbiancatura.

ristrutturazione-cucina-8

Scelta dello stile della nuova cucina

Arrivati a questo punto, dopo aver definito i lavori che volete effettuare ed aver stabilito un budget, potete passare alla scelta dello stile che volete dare alla vostra nuova cucina.

Lo stile della vostra nuova cucina dipende non solo dai vostri gusti personali, ma anche dalle vostre esigenze. Qualunque sia lo stile classico, moderno, retrò o urban style l’importante è che questo vi faccia sentire a casa e sia espressione della vostra personalità. Non lasciatevi trascinare dalle mode del momento perché potreste effettuare delle scelte che non soddisfino appieno le vostre esigenze e vi ritrovereste a vivere in uno spazio che non vi piace.

Nella scelta della nuova cucina l’importante è rispettare il cosiddetto triangolo di lavoro che comprende la zona cottura, la zona lavaggio e il piano di lavoro e dispensa. Queste tre aree devono essere disposte in maniera ottimale per permettere di muoversi in maniera agevole tra le varie zone.

In generale non bisogna ad esempio collocare vicini frigorifero e forno. Oppure meglio avere uno spazio di almeno 60 centimetri tra piano cottura e lavaggio.

Per quanto riguarda invece la disposizione della cucina, a seconda degli spazi a disposizione potete scegliere tra penisola, isola centrale o lineare, con tutti i componenti disposti lungo  la parete.

ristrutturazione-cucina-4

Tendenze 2021

Seguendo le tendenze dell’interior design 2021 la nuova cucina si apre alla zona living e ne diventa parte integrante. Colori tenui, materiali innovativi o ecosostenibili (legno, marmo, pietra, vetro) caratterizzano le cucine funzionali ed esteticamente accattivanti. La cucina diventa uno spazio multifunzione dove vivere la quotidianità. Se stai progettando di rinnovare la tua cucina, dai uno sguardo alle ultime novità.

ristrutturazione-cucina-2

Ristrutturazione della cucina: foto e immagini

Se stai progettando di ristrutturare la tua cucina, dai un’occhiata alle varie soluzioni che hai a disposizione. Sfoglia la galleria e lasciati ispirare.

 

 

 

 

Marcella Piegari
  • Laurea in Scienze della comunicazione
  • Giornalista pubblicista
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.