Come abbinare lavabo e miscelatore

Scopri come progettare la zona lavabo abbinando al meglio vasca e miscelatore. Non rischiare di fare un acquisto sbagliato, leggi tutto ciò che c’è da sapere.

come-abbinare-lavabo-miscelatore-2

Una volta la scelta dell’arredo bagno veniva lasciata per ultima, quasi tralasciato. Oggi non è più così, al contrario è diventata una tra le stanze più curate nonché utilizzate.

Probabilmente questo è dovuto al fatto che a fine giornata è piacevole dedicarsi una coccola in una stanza intima come il bagno, magari una doccia rilassante, oppure qualche trattamento di beauty routine. Tutto questo non può che avvenire in un luogo esteticamente gradevole, ma anche funzionale.

Ecco perché è fondamentale che il bagno sia sempre ben organizzato, ma questo non vuol dire rinunciare al design. A cominciare dalla zona lavabo, una tra le più sollecitate, con le giuste accortezze sarà possibile avere praticità e stile.


Leggi anche: Arredo giardino balcone IKEA Catalogo Estate 2021

C’è da dire che al giorno d’oggi tutte le aziende produttrici sono attente alla funzionalità, effettuando specifici test che escludano errori di progettazione e di conseguenza getti d’acqua inaspettati durante lo svolgimento delle quotidiane azioni di cura della persona, soprattutto con i bambini.

E’ anche vero che bisogna valutare con attenzione come abbinare lavabo e miscelatore. Non sempre quelli dei nostri sogni stanno bene tra loro. Ad esempio, un rubinetto con canna lunga non è adatto a tutte le vasche, perché se la sua installazione è troppo vicina al bordo farà schizzare schizzare l’acqua dappertutto. Attenzione perché si otterrebbe lo stesso disastroso effetto, anche con un rubinetto a canna corta su un lavabo con bordo importante.

Ora più di prima ti sembrerà chiara l’importanza della combinazione appropriata tra estetica e praticità. Non dimenticare di considerare anche i giusti spazi di manovra. Qualora scegliessi un lavabo a colonna, sospeso oppure da appoggio, sono necessari almeno 20 cm laterali e circa 60 cm di fronte per potersi muovere; se al contrario opterai per un lavabo da incasso oppure completamente integrato con il mobile sottostante, aggiungi anche 5 cm di tolleranza sia davanti che dietro la vasca.

come-abbinare-lavabo-miscelatore-1

Come combinare tra loro gli elementi della zona lavabo

In linea generale, è noto che l’organizzazione di un ambiente parte dalla sua progettazione. Prima di procedere all’acquisto di lavabo e miscelatore, sarà il caso di valutare bene l’intera zona lavabo.


Potrebbe interessarti: 9 errori da non fare nell’arredare il bagno

Guardandola con un occhio d’insieme, essa è composta dal lavabo stesso, con o senza mobile sottostante, la rubinetteria, l’immancabile ma non obbligatorio specchio, sia esso sospeso, appoggiato o dotato di mobile contenitore, e le prese e i comandi elettrici.

Considerando tutti questi elementi come un unico blocco sarà più difficile incorrere in errore di progettazione, e soprattutto sarà semplice preservare l’unicità di stile, sempre secondo il proprio gusto personale.

doppio-lavabo-bagno-come-scegliere-7

Come scegliere la rubinetteria giusta

Prestando molta attenzione in fase di acquisto, evitare fastidiosi spruzzi d’acqua durante l’utilizzo del lavabo sarà un vero gioco da ragazzi.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Nella scelta della rubinetteria tiene presente che i rubinetti si differenziano in base a:

  • tipologia di comando, miscelatore o manopole;
  • posizione in cui vengono installati ovvero sul lavabo, sul piano, a muro.

Quelli più diffusi sono senza dubbi i miscelatori, che hanno il grande pregio di poter regolare precisamente la temperatura dell’acqua, il che è un evidente vantaggio sia in termini di confort che di risparmio in bolletta. In aggiunta, per qualcuno sarà bello sapere che la domotica sta facendo passi da gigante in campo idraulico pertanto si pensa che a breve saranno disponibili dei congegni per controllare i miscelatori da remoto ovvero tramite app.

E’ indubbio che i miscelatori siano più adatti ai bagni moderni, pertanto in un bagno classico saranno indicati i rubinetti con manopole. Esiste la soluzione cosiddetta monoforo, quella in cui le due manopole fanno parte del rubinetto stesso, e quella a tre fori che al contrario prevede tre posizioni diverse per rubinetto e pomelli. In entrambi i casi, la propria scelta andrà segnalata con anticipo a chi si occuperà dell’impianto idraulico.

arredare-bagno-ikea-meno-50-lavabo

Per quanto riguarda le posizioni di installazione del rubinetto, la più classica e più diffusa è quella direttamente sul lavabo ovvero tramite fori già predisposti.

Tieni presente che questa soluzione non è idonea per tutti i modelli di lavabo, ad esempio sono esclusi quelli da appoggio; in quest’ultimo caso saranno indicati quelli da piano, ovvero posizionati sul mobile sottostante.

Infine, l’ubicazione di tendenza al momento, che in qualche modo ricorda i grandi lavatoi del passato, è quella che prevede il rubinetto che fuoriesce direttamente dal muro.

Come abbinare lavabo e miscelatore: immagini e foto

Sfoglia questa ricca gallery fotografica ed inizia a progettare la zona lavabo più adatta alle tue esigenze. Non dimenticare di valutare anche la frequenza di utilizzo del bagno (di servizio o padronale) e il tipo di utilizzatori (hai bambini piccoli?). Meglio cercare da subito la combinazione giusta piuttosto che passare tutto il tempo ad asciugare acqua schizzata ovunque.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica