Color tortora: 5 errori da non fare quando arredi casa

Se hai deciso di arredare casa con un colore versatile e raffinato come il tortora, puoi adoperarlo praticamente per qualsiasi arredo. Mobili, pareti, pavimenti e accessori: il color tortora veste la casa di raffinata eleganza. Ma occhio a usarlo senza criterio! Scopri quali sono i 5 errori più comuni da evitare assolutamente, quando scegli questa tonalità di colore per la casa.

soggiorno-tortora-1

Elegante e raffinato, il tortora è un colore neutro che non passa di certo inosservato. Oltre a essere facile da abbinare, consente di giocare con tanti stili di arredamento e con una palette cromatica molto ampia e mai scontata.

Si tratta di un colore base molto alla moda, perché si adatta bene tanto agli stili classici, quanto a quelli più moderni. Gli interior designer lo sanno bene, e negli ultimi anni le proposte di arredamento hanno portato alla ribalta questa tonalità di colore, che è apprezzata soprattutto per la facilità negli abbinamenti.

Eppure, nonostante la sua versatilità, è facile commettere errori grossolani che compromettono il risultato estetico finale. Dalla scelta della tinteggiatura agli abbinamenti con i mobili, fino all’utilizzo improprio della luce: ecco quali sono i 5 errori da evitare assolutamente, quando scegli di arredare casa con il color tortora.


Leggi anche: Color Tortora: Arredare casa con stile

soggiorno-tortora-3

1. Abbinamenti monocromatici

Monocromia fa rima con monotonia: gli abbinamenti tono su tono sono sempre da evitare, specialmente con un colore neutro come il tortora. Questa tonalità consente di fare molti abbinamenti: quindi, perché mai dovresti accontentarti di un solo colore?

Se decidi di tinteggiare le pareti con il tortora crea un contrasto, anche lieve, con i mobili e gli accessori. In un ambiente piccolo privilegia colori chiari e luminosi come i pastelli, viceversa i colori scuri sono più adatti a stanze di grandi dimensioni.

L’alternativa ideale per chi non ama rischiare con gli abbinamenti di colore è l’utilizzo di rivestimenti, come mattoncini e piastrelle in tinta. In bagno, per esempio, puoi scegliere di spezzare la monotonia delle pareti con una fila di piastrelle decorative da alternare alla tinteggiatura uniforme.

tortora-1006

2. Abbinamenti azzardati

Anche se il tortora è un colore facilmente abbinabile, non cadere nell’errore di affiancarlo a colori troppo audaci e carichi, perché potresti stancarti presto o non essere per niente convinta del risultato finale.

Se da una parte è vero che l’arredamento di casa deve rispecchiare la personalità di chi la abita , d’altra parte bisogna anche tener conto dello spazio a disposizione e della coerenza con la tipologia di abitazione. Cerca di contenere la tua vena artistica, limitando la presenza dei colori audaci a una sola parete oppure al mobilio.

Il consiglio è di non esagerare: prima di arredare un qualsiasi ambiente scegli consapevolmente la tonalità di tortora che più ti piace, cercando di abbinarla a un massimo di 3 colori.


Potrebbe interessarti: Arredare casa da soli: 10 errori da non fare

abbinamento-soggiorno-tortora-3

3. Scegliere la tonalità senza testarla

Ogni volta che scegli una tonalità di colore per le pareti di casa, è consigliabile fare una piccola prova per capire se la resa estetica soddisfa le tue aspettative. Molto spesso questo passaggio viene del tutto trascurato, ma il rischio di rimanere delusi è dietro l’angolo.

La pittura, infatti, cambia a seconda dell’incidenza della luce e l’effetto varia in base al tipo di vernice scelto. Per non sbagliare applica una striscia campione direttamente sulla parete, per verificare personalmente se l’effetto è quello desiderato.

Inoltre considera che esistono tante tonalità dello stesso colore: anche se il tortora può essere classificato come un colore neutro, può variare impercettibilmente di qualche grado e conferire alla casa un aspetto più caldo o più freddo a seconda della sua gradazione.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

colore-tortora-arredare-casa-con-stile-30

4. Sottovalutare il potere dell’illuminazione

L’illuminazione artificiale, così come quella naturale, modifica la percezione dei colori. Sottovalutare il potere delle fonti luminose è un grosso sbaglio: l’esposizione al sole e la scelta delle lampade contribuiscono enormemente all’armonia dell’ambiente.

Se la luce naturale proveniente dalla finestra è calda, prediligi una tonalità di tortora più fredda; viceversa, se la finestra è esposta nord-est e la luce, quindi, è più delicata, meglio optare per una tonalità calda e vibrante.

Per quanto riguarda le fonti luminose artificiali, rendi più accogliente l’atmosfera utilizzando le luci calde, ideali in ambienti classici o vintage. Se l’arredamento è moderno o minimal, nessun dubbio: le lampade con una luce fredda si integrano meglio con il resto degli arredi, esaltando e valorizzando lo spazio.

tinteggiare-soggiorno-errori-7

5. Rifiniture incoerenti

Anche se il trend di quest’anno prevede un ampio uso dei metalli, se scegli un arredamento color tortora assicurati sempre di essere coerente anche nella scelta delle rifiniture e degli accessori.

Le tonalità più calde del tortora risaltano meglio con metalli come l’oro o il bronzo. Le tonalità fredde, invece, vengono esaltate dalla preziosità dell’argento e dei colori cromati, ideali soprattutto se l’ambiente è arredato in stile minimal o industrial.

colore-tortora-arredare-casa-con-stile-5

Arredamento color tortora: immagini e foto

Se hai scelto il tortora come colore base del tuo arredamento, puoi giocare facilmente con gli stili e gli abbinamenti di colore: ecco una galleria di foto da cui prendere subito ispirazione per arredare la tua casa.

Patrizia D'amora
  • Laurea in Giornalismo e Cultura editoriale
  • Autore specializzato in Arredamento, Lifestyle
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Ricevi gli aggiornamenti su speciali, guide e novità riguardo il mondo della casa e giardinaggio. Aggiornati dai nostri esperti di botanica e dell'arredo casa.