Cancelli scorrevoli: pratici sistemi di chiusura

Come scegliere un cancello scorrevole, il funzionamento ed i consigli per la scelta del modello, la valenza dei materiali, i costi per l’installazione, con uno sguardo alle normative inerenti.

Cancelli-scorrevoli-1

Gli immobili con uno spazio esterno hanno la necessità di un serramento in grado di gestire l’ingresso e l’uscita sia pedonale che su ruote.  La proprietà privata va protetta con delle recinzioni che siano nel contempo funzionali ed affidabili, ma anche esteticamente valide.

I cancelli scorrevoli sono delle soluzioni pratiche ed efficienti, disponibili in materiali resistenti e diversi, da scegliere in base all’uso e alle sollecitazione a cui è sottoposto.

In questa guida valutiamo quali caratteristiche ha un cancello scorrevole, i modelli ed i costi di acquisto e installazione.

Cancelli-scorrevoli-2

Cancello: come sceglierlo

La scelta del cancello è la conseguenza di una attenta valutazione sulle caratteristiche dell’accesso e dello spazio che si intende chiudere. Ulteriore importante osservazione è relativa alla fruizione della zona da serrare, ad esempio se è interessata al transito pedonale o anche al passaggio di mezzi su ruote.


Leggi anche: Guida all’acquisto di un cancello elettrico

Questi elementi nell’insieme aiuteranno a discriminare sul tipo di cancello e sul sistema di apertura. Le soluzioni legate all’estetica ed al design verranno dopo aver definito i primi due elementi.

Infine, ma da non sottovalutare, ricordate di visionare il PUC (Piano Urbanistico Comunale), che potrebbe aver definito delle limitazioni sull’uso di materiali, tipologie di cancelli, forme e colori.

Cancelli-scorrevoli-3

Cancello scorrevole

Se si ha una recinzione lineare intorno alla proprietà che si intende chiudere, la scelta del cancello scorrevole risulta la soluzione migliore. Lo spazio lineare deve essere disponibile di fianco all’accesso, così che l’anta o le ante possano scorrere rendendo possibile l’apertura del cancello.

Un cancello scorrevole è dunque una soluzione molto pratica e poco ingombrante, a condizione che ci sia spazio laterale. Il mercato offre tipologie a una o a due ante. Se lo spazio laterale non è sufficiente per la lunghezza di un’anta unica, allora la scelta ricadrà su quello a due ante, per la distribuzione dell’ingombro laterale.

Cancelli-scorrevoli-4

Il cancello scorrevole ha due sistemi di apertura, una manuale e l’altra automatizzata. In entrambi i casi è necessario che non ci siano ingombri sul passaggio per il suo funzionamento.

L’installazione di un cancello scorrevole alleggerisce dalla creazione anche di un passaggio pedonale, poiché basterà aprire l’anta in maniera sufficiente al passaggio di chi transita a piedi.


Potrebbe interessarti: Come dipingere un cancello per dargli nuova vita

Cancelli-scorrevoli-5

Come funzionano

I cancelli scorrevoli seguono un sistema di funzionamento alquanto semplice. L’anta scorre su una rotaia, una guida, che incanala e gestisce il suo movimento. Inizio e fine della guida sono forniti di due fine corsa: uno per l’apertura e uno per la chiusura.

Cancelli-scorrevoli-6


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Il cancello scorrevole con supporto a muro è piuttosto diffuso tra la categoria. Esso prevede, oltre alla guida a terra anche un supporto dell’anta a muro.

Oltre al sistema di scorrimento su guida i cancelli scorrevoli possono essere anche di tipo autoportante. L’anta si muove a pochi cm dal suolo e funziona grazie al complesso autoportante collocato alla base dell’anta scorrevole, tramite due o tre bulloni di fondazione, in numero variabile in base al modello.

Gli elementi in questa tipologia sono due carrelli e una guida portante a ruota dentata, fissata all’anta del cancello. Grazie alla ruota l’anta può scorrere nelle due direzioni laterali.

Cancelli-scorrevoli-7

3 soluzioni a confronto

Confrontando le tipologie in commercio va evidenziato che il sistema autoportante risulta valido per cancelli più leggeri, garantendo anche una marcia silenziosa.  Il meccanismo di manovra del cancello è maggiore e lo è anche il costo poiché il sistema è più complesso dello scorrimento su guida.

Il cancello scorrevole con supporto a muro ha una struttura più articolata rispetto ad altre tipologie, ma il serramento risulta molto più sicuro nei movimenti, quindi si prevengono il logorio e le deformazioni.

Il cancello scorrevole su binario-guida è più stabile e supporta molto meglio ante pesanti, ma attenzione ad eventuali blocchi, fogliame, o qualunque ingombro che ne impediscono il movimento. Questo diventa molto fastidioso soprattutto per le soluzioni automatizzate.

Cancelli-scorrevoli-8

Quali materiali scegliere

Un cancello può essere realizzato con diversi materiali anche in combinazione per rese durature. I cancelli in alluminio sono quelli che offrono il design più bello. Non arrugginiscono e non richiedono manutenzione alcuna.

L’acciaio forgiato è indicato per le soluzione più solide e resistenti. Richiedono trattamenti con l’antiruggine sistematici, che non saranno necessari se la scelta va su un modello in acciaio galvanizzato.

Cancelli-scorrevoli-9

I cancelli in PVC sono i più leggeri, meno costosi e richiedono manutenzione quali nulla. Combinato con rinforzi in alluminio si ottengono prodotti con maggiore resistenza.

I cancelli in legno hanno caratteristiche variabili in base all’essenza utilizzata in fabbricazione. Necessariamente sono legni pre-trattati che vanno ulteriormente protetti con oli impregnanti.

La scelta del materiale è connessa alle dimensioni del cancello scorrevole. In caso di grandi dimensioni, oltre al ferro si utilizzano anche acciaio inox e alluminio.

Da considerare che i materiali sono sottoposti agli agenti atmosferici per tutto l’anno, pertanto i produttori devono garantire resistenza ad essi e alla corrosione.

Cancelli-scorrevoli-10

Cancelli scorrevoli: la normativa

Da oltre un decennio è obbligatorio per i produttori indicare sui cancelli dei dati che prendono il nome di marcatura CE, che deve essere apposta in modo visibile, leggibile e indelebile. Essa riporta l’anno in cui è stata apposta per la prima volta, il nome del produttore e del codice di identificazione e di riferimento della dichiarazione di prestazione del cancello scorrevole.

L’installazione di un cancello scorrevole deve rispettare alcune regole imposte da una normativa molto puntuale. Ci riferiamo a due provvedimenti, identificati come EN 12453 ed EN 12445, che interessano principalmente gli operatori specializzati responsabili delle installazioni. Per coloro che si stanno interessando all’argomento è utile conoscerne i dettami principali, anche per valutare la serietà dell’installatore.

Cancelli-scorrevoli-11

Le norme riguardano i cancelli automatici e intendono preservare la sicurezza, per evitare infortuni dovuti allo schiacciamento, agli urti, e gli incendi da corto circuiti. Le indicazioni sono articolate, ma in estrema sintesi l’elemento da valutare e se l’apertura invade o no il suolo pubblico.

Se lo occupa e si vuole automatizzarlo, diventa obbligatorio rispettare la normativa e i requisiti di sicurezza. Tra queste, ad esempio, soprattutto se il cancello dà su una strada molto trafficata, le fotocellule vanno affiancate a dispositivi che riducano la forza l’impatto in caso di collisione con persone e cose.

Al termine dei lavori di installazione chiedete, se non vi vengono spontaneamente consegnati, questi documenti: il manuale d’uso, la certificazione CE e le istruzioni per la manutenzione.

Cancelli-scorrevoli-12

Quanto costa un cancello scorrevole

Per avere dei riferimenti in base ai costi di acquisto e di montaggio, seguiamo alcuni esempi indicatori, considerando le stesse dimensioni. Sarà dunque il materiale ad incidere sul prezzo finale.

Allora un cancello scorrevole in ferro alto 1 mt e 60 cm e largo 3 mt, ha un range di prezzo tra i 1.800 euro ed i  2.200 euro. L’acciaio della struttura prevede un esborso dai 2.000 ai  3.000 euro. I cancelli in alluminio hanno un costo di partenza di 600 euro, mentre per quelli in legno al minimo si spenderanno 800 euro.

Ulteriori aggiunte ai prezzi in base alle decorazioni ed alle finiture. Per l’installazione di un cancello scorrevole entro i 400 kg di peso il prezzo è di circa 1.200 euro.

Cancelli-scorrevoli-13

Cancelli scorrevoli: galleria delle immagini

Come scegliere il design di un cancello se non vedendo delle foto che ne mettono in evidenza i particolari e l’adattabilità. A seguire ancora modelli diversi per finitura e materiali, oltre che per colorazioni.

 

 

Fiorella Petrocelli
  • Laurea in Sociologia e Master in euro-progettazione
  • Abilitazione: Consulente finanziario ed Immobiliare
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle, Arredamento
Suggerisci una modifica