Bagno stile anni ’40

Idee e consigli per un perfetto bagno vintage in stile anni ’40. Dalla scelta dei sanitari alla rubinetteria, continua a leggere per una bagno da copertina.

bagno-stile-anni-40-5

A metà del secolo scorso, dopo la Seconda Guerra Mondiale le parole chiave sono diventate ricostruire e ripartire. Ecco che tutti i settori produttivi hanno avuto una svolta notevole, non ha fatto eccezione l’interior design.

Da qui una grande innovazione culturale e tecnologica che ha visto la nascita dell’arredamento moderno, anche grazie agli strappi con la tradizione apportati da architetti prestigiosi quali Vico Magistretti, Ico Parisi, Gio Ponti, Carlo Mollino e Carlo De Carli.

Le principali caratteristiche dell’arredamento anni ’40 erano eleganza, razionalità e minimalismo. Nel mobilio si abbandonano le linee morbide e le forme sinuose dell’Art Decò e si prediligono componenti più rigorose. Lo stile che ne è derivato è pratico e funzionale, banditi quasi del tutto gli elementi decorativi e le suppellettili.


Leggi anche: Arredare con piante: foto, idee e consigli

Questo discorso è più che mai valido nella stanza da bagno, dove tutto è ordinato e a tratti essenziale. Per gli arredi, tra i materiali utilizzati compare per la prima volta il metallo, ma resta predominante il legno. I colori scelti per rivestimenti e quant’altro sono per lo più tenui, ma non di rado veniva scelto il nero a contrasto.

Poiché una delle tendenze del momento è proprio quella di rievocare gli stili del passato, seppur in abbinamento con elementi moderni, vediamo come arredare un bagno in perfetto stile anni ’40.

Bagno stile anni 40

Partiamo dalle scelte strutturali

Come abbiamo accennato, una delle tendenze del momento è quella di arredare il proprio appartamento riproducendo anche solo in parte i fasti del passato. Il caso dell’arredo bagno è un po’ particolare in quanto è molto difficile trovarne elementi in buone condizioni nei mercatini dell’usato o meglio nella soffitta della nonna.

Per questo motivo, la ricerca dei mobili più adatti deve essere fatta necessariamente nei negozi o online, dando un’occhiata alle case produttrici che hanno a catalogo delle collezioni d’ispirazione vintage. Ne sono un esempio Hudson Reed e Iperceramica.

La prima cosa da valutare con attenzione sono i rivestimenti, i materiali e i colori. Per il pavimento e le pareti, l’opzione più indicata sono le piastrelle, ottagonali, esagonali o rettangolari. Qualora si volessero lasciare alcune pareti dipinte, le tonalità da preferire saranno tenui, dal beige ai colori pastello. In alternativa, molto diffusa negli anni’40 era la bicromia bianco-grigio o il contrasto ancora più forte bianco-nero.


Potrebbe interessarti: Pulire i sanitari e igienizzare il bagno: 9 consigli naturali ed efficaci

La scelta dei materiali ricadrà inevitabilmente sul metallo, sia per i dettagli che per le rubinetterie.

bagno-stile-anni-40-6

Come abbinare sanitari e rubinetteria

Un impeccabile arredo bagno in stile anni ’40 ha il lavabo sospeso con struttura in acciaio e sifone a vista. Proprio per la già citata predilezione per i metalli, spesso i sistemi idraulici diventavano elementi decorativi. Qualora invece si preferisse avere un mobile lavabo, magari con ante, questo sarà in legno sbiancato o decappato.

A tal proposito, la rubinetteria sarà in metallo cromato, è indifferente la scelta del colore: oro, ottone o argento. Le manopole dell’acqua calda e di quella fredda saranno rigorosamente separate, se possibile in tre fori distinti, sia per il lavabo che per il bidet (vedi immagine alla fine del paragrafo).


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Per il WC, è da preferire la cassetta esterna alta azionata dalla catena. In alternativa, tutto tranne i sistemi tipo Stir Blitz. Non preoccupatevi, tutti i sanitari moderni hanno dei sistemi di controllo per il risparmio dell’acqua, anche quelli con un estetica retrò.

Ma il must have che proprio non può mancare è senza dubbio la vasca da bagno. Questa sarà freestanding, con piedini in metallo, se possibile posizionata al centro della stanza o vicino ad una finestra. Il tuo momento di relax preferito tra bolle di sapone e acqua calda diventerà subito in perfetto stile anni ’40.

bagno-stile-anni-40-9

Non dimenticare l’illuminazione e i complementi d’arredo

Infine, la parte spesso tralasciata, ma al contrario fondamentale: l’illuminazione. Non dimenticare che quest’ultima deve essere prima di tutto funzionale e poi contribuire allo stile dell’ambiente.

Quando si sceglie di arredare un bagno in stile anni ’40 non si può trascurare la scelta di applique, che avranno il paralume in tessuto, e plaffoniere, per lo più in vetro trasparente. Se invece vuoi osare, opta per un lampadario pendente con gocce di cristallo. Ricorda che la plastica e il PVC devono essere praticamente messi al bando.

Per quanto riguarda decorazioni e complementi, un originale bagno anni ’40 ne è quasi totalmente sprovvisto. Se vuoi mixare questo stile con qualcosa di più moderno, resta sempre sul minimal. Quadretti alle pareti con foto d’epoca in bianco e nero oppure immagini rupestri andranno benissimo.

Al contrario lo specchio avrà una cornice vistosa, meglio ancora se nascondesse alle sue spalle un mobiletto, pratico e très chic.

1902 E Moreno

Bagno stile anni ’40: immagini e foto

Non perdere questa ricca gallery fotografica per tante idee e consigli per il tuo splendido nuovo bagno in stile vintage.

Maria Chiara Barsanti
  • Laurea in Relazioni Internazionali
  • Esperta in Digital Marketing e Comunicazione
  • Autore specializzato in Design, Lifestyle
Suggerisci una modifica