Serpenti italiani: Le specie e le caratteristiche


In tutto ci sono 15 tipi di serpenti di Italia; molti non fanno del male a nessuno e alcuni che sono pericolosi. Bisogna stare molto attenti a dove si cammina e i serpenti possiamo solo guardarli o, al massimo, fotografarli, mai toccarli. Prendiamo per esempio 4 tipi di serpenti:

-Biacco( Hieropis Viridiflavus) è molto innocuo ed è diffuso in tutta Italia. Questo serpente è di media grandezza, molto veloce e può essere di molti colori: normalmente è nero e giallo ma nel Nord-Est e nel Sud Italia è completamente nero. Può essere anche grigio o marrone. Il Biacco giovane invece è giallognolo con delle striature marroncine, la testa nera con macchie bianche o gialle. Mangia un pò di tutto, ma preferisce soprattutto mangia i topi, i nidiacei, le lucertole, gli altri serpenti e anche le vipere, infatti è immune al loro veleno.


-Saettone(Zamenis Longissimus) è molto grande e muscoloso. La testa e il corpo sono giallastre mentre il tronco arriva ad assumere colori come il marrone e verde oliva ed è dotato di screziature bianche. Questi tipi di serpende ci sono in tutta Italia tranne che in Sardegna, qui è molto raro. Preferibilmente mangia i roditori, uccelli e lucertole. Il Saettone non fa del male a nessuno.

-Natrice dal collare (Natrix Natrix) è di taglia media e molto sottile. Sta in tutta Italia ed è grigiastro o verdastro con delle strisce verticali. Si nutre preferibilmente di anfibi e pesci. La Natrice è molto tranquilla, finge falsi attacchi se viene provocata.


Leggi anche: Animali Esotici in vendita

-Natrice Tassellata(Natrix tessellata) ha lo stesso colore della panna, a volte è anche grigiastra, con molti “tasselli” grigi scuri. Sta soprattutto nell’Italia continentale e in quella peninsulare. Mangia solo anfibi e pesci, è molto tranquillo ed è innocuo.

Animali

Commenti: Vedi tutto