Se il tuo cane abbaia troppo potresti avere problemi con il vicinato: come evitarli

Il cane che abbaia è quasi una costante per chi vive con un amico a quattro zampe, ma non sempre ciò è apprezzato dai vicini. Sono diversi i motivi per cui ciò avviene, ma come si fa a mantenere la pace? Come si insegna a limitare il fastidio?

Photo by TeamK – Pixabay

Abbaiare per i cani è fondamentale in quanto è questo il loro modo per comunicare qualcosa. Che sia per attirare l’attenzione o segnalare un pericolo non possiamo esimerci dal sentire la sua voce, spesso anche potente.

Certamente però, se ciò avviene in modo continuo, e soprattutto in particolari ore del giorno o della notte, potrebbe creare non pochi problemi. Il danno principale non viene recato a noi che, come proprietari, saremo anche tentati a giustificarlo, ma al nostro vicinato, che potrebbe giustamente non apprezzare l’insistenza del nostro amico a quattro zampe.

Per tale motivo è fondamentale che i cani siano disciplinati ed educati dal proprio padrone per apprendere ad abbaiare solo quando è realmente necessario. Può però accadere che, per diverse ragioni, il nostro animale abbia preso l’abitudine di abbaiare in maniera ingiustificata e continua, magari in nostra assenza, provocando non pochi disagi. È dunque necessario capire il perché di tale comportamento.

Cane che abbaia: il motivo del suo “parlare”

Photo by Chiemsee2016 – Pixabay

È davvero impensabile sperare di avere un cane che non emetta alcun suono perché, come già detto, questo è il suo unico modo per comunicarci qualcosa. Quindi, se misurato e giustificato, il suo latrato è in realtà qualcosa di fondamentale per avere una buona comunicazione.

Quello del cane, similmente alla voce umana, è un tono trasmette molto in termini di messaggio. Se ad esempio di tanto in tanto il vostro cane smette di abbaiare e inizia ad uggiolare, questo potrebbe essere sinonimo di timore o ansia. Si tratta di una situazione che spesso si verifica quando ci stiamo per allontanare da casa. Quando invece il cane abbaia a lungo, facendo poi brevi pause tra un latrato e l’altro, potrebbe essere sintomo di noia o di solitudine.

Come fare a mantenere la pace

Photo by Lepale – Pixabay

Quando il suo abbaiare è oggettivamente ingiustificato, allora dobbiamo adottare una serie di tattiche e trovate utili per distrarlo e farlo smettere. Ciò permetterà anche di mantenere un buon rapporto con il vicinato.

Primo tra tutti, c’è l’esercizio fisico. Ad esempio, le lunghe passeggiate o il giocare all’aperto finiranno per stancarlo in modo tale che, una volta tornato a casa, anche se resterà per un certo periodo solo, preferirà riposare e recuperare energie piuttosto che abbaiare tutto il tempo. Potremmo poi procurargli giochi e ossi utili per intrattenerlo, stimolando così anche i suoi sui sensi.

Se il suo abbaiare invece deriva dalla sensibilità per i rumori esterni, allora è il caso di ridurli il più possibile. Un’ottima tattica, soprattutto se siamo in casa, potrebbe essere l’utilizzo di un rumore bianco che attutisca questi suoni.

Potrebbe interessarti Come educare un cane consigli

Ancora più importante è la nostra imposizione, in particolare quando dobbiamo dare un comando. È utile per far capire che non ci sono repliche e di conseguenza potremo interrompere subito il suo latrato. Possiamo anche pensare di attirare rumorosamente la sua attenzione aggiungendo delle monetine in una lattina e scuotendola ogni volta che inizia ad abbaiare senza giustificazioni.

Anche il luogo in cui si trova influisce sull’abbaiare ingiustificato. Sebbene sia utile addestrare il cane sin da piccolo, potrebbe non apprezzare alcune imposizioni, come il dover vivere troppo spesso nello spazio esterno. In questo caso, per calmarlo, potrebbe essere utile portarlo all’interno per farlo sentire più considerato.