San Bernando Cuccioli: una razza tutta da scoprire

Nicola Spisso
  • Autore specializzato in architettura e design d'interni

Il San Bernardo è tra i cani più grandi del mondo ed è il più grande dei molossi. Il suo luogo d’origine può essere collocato tra l’Italia e la Svizzera. La sua altezza minima al garrese è di 70 cm per i maschi e 65 cm per le femmine, i suo peso può oscillare tra i 60 e gli 80 Kg, anche se alcuni esemplari di San Bernardo possono tranquillamente superare questi limiti di peso.

È soprannominato il Gigante Delle Alpi, viene impiegato in montagna come cane soccorritore, in quanto è un cane molto forte, coraggioso, generoso, impavido ed ha un fiuto eccezionale. È anche un ottimo cane da guardia.

Ne esistono due tipi: Il San Bernardo a pelo lungo e quello a pelo corto. La sua corporatura è robusta e la sua mole è imponente. La testa è possente, larga e leggermente bombata, con orecchie di media grandezza che cadono ai lati, il muso è corto, non appuntito e le labbra superiori sono molto sviluppate. La sua coda è folta. Gli occhi sono di grandezza media e di colore bruno scuro, la pelle sopra ad essi forma delle rughe, dandogli un’espressione molto dolce ed intelligente.

Il colore presente nel manto è bianco alla base con macchie brune o rosse sparse, le combinazioni di colori possono variare, ad eccezione del bianco, che deve essere presente sul petto, sulla nuca, sulle zampe, sulla punta della coda, sulla canna nasale e sulla banda frontale.

Contrariamente a quanto si possa pensare, nonostante la sua mole, il San Bernardo è un cane che può vivere tranquillamente in un appartamento, magari con l’aggiunta di un piccolo giardino. Infatti, questa razza non ha bisogno di molto spazio non essendo particolarmente attiva e vivace. Anche per questo possono essere mantenuti con quantità di cibo non di molto superiori a quelle necessarie per alimentare cani di altre taglie grandi che superino i 25 Kg da adulti, proprio perché questo cane spende poche calorie in attività fisiche. Naturalmente almeno una volta al giorno il cane dovrà essere portato a fare una bella passeggiata.

Per quanto riguarda i cuccioli di San Bernardo, si consiglia di non sottoporli a sforzi eccessivi in quanto le loro ossa non si formano completamente fino ai due anni di età, quindi sarà bene non farli camminare e giocare in modo eccessivo. Data la sua stazza è consigliabile iniziare ad addestrare il cane già da cucciolo, inoltre questa razza apprende molto facilmente e rapidamente. Sempre dai primi mesi di vita al San Bernardo deve essere data la possibilità di socializzare con i propri simili.

I San Bernardo hanno un carattere molto tranquillo, possono essere lasciati a contatto con i bambini, questi cani infatti, sono molto accorti, tolleranti e sono dei perfetti compagni di gioco. Si affezionano molto al padrone sono molto dolci, pacifici e lenti nei movimenti, obbedienti e pazienti. Insomma degli amici leali.

 

San Bernando Cuccioli: una razza tutta da scoprire

 

San Bernando Cuccioli: una razza tutta da scoprire

 

San Bernando Cuccioli: una razza tutta da scoprire