Quanti animali domestici ci sono in Italia?


Meet_Truffle!


Cani, gatti, uccellini, pesci, rettili e roditori. Sempre più italiani scelgono di adottare nella propria famiglia un animale domestico per vivere più serenamente la difficile quotidianità e appianare le tensioni. Lo psichiatra e Direttore Sanitario del Centro Medico Santagostino di Milano Michele Cucchi illustra il perché di questa scelta e svela i benefici che bambini, anziani e coppie traggono dalla convivenza con i cuccioli.

Nonostante la crisi economica e gli impegni che si accavallano, le famiglie italiane adottano sempre più frequentemente animali domestici nelle proprie case.

I nuovi compagni di vita, a cui sempre più persone non possono rinunciare, condividono con i loro “genitori umani” gioie e dolori, rendendo la loro vita piena di affetto e attenzioni, aspetti sempre più ricercati in un mondo rapporti fragili e vissuti prevalentemente online.


Leggi anche: Statistiche sugli animali costi famiglie

Una recente ricerca rivela addirittura che gli italiani ospitano nelle loro case ben 60 milioni di animali domestici: il cane rimane il compagno di vita più diffuso (56%), seguito dai gatti (49,7%), dalle tartarughe (7,9%) e dai conigli nani (5,3%).

Quanti non rinuncerebbero mai al tenero cucciolo che accoglie il padrone con mille feste al ritorno dal lavoro? Per quanti e’ indispensabile un amico sincero con il quale dimenticare l’ansia, lo stress e la depressione?

Avere con un pet in casa – afferma Michele Cucchi, psichiatra ed esperto di emozioni, Direttore del Centro medico sanitario Santagostino di Milanopermette di trovare il proprio equilibrio e la felicità all’interno del nucleo famigliare, facendo vivere tutti gli aspetti della quotidianità con maggiore serenità.

Secondo gli ultimi dati, oltre 9 italiani su 10 non possono assolutamente fare a meno della compagnia del loro “amico a quattro-zampe” in tutti i momenti della giornata, dalla sveglia al weekend, dalla vacanza alle passeggiate in città. Interrogati sul perché della loro scelta, gli intervistati hanno confessato di ritenere l’animale fondamentale per tenere unita la famiglia (94%), per alzare il morale nei momenti difficili (91%) e per appianare le tensioni e litigi (84%) nate all’interno di coppie e famiglie.

Gli animali – afferma lo psichiatra Michele Cucchi –  entrano a far parte della squadra e questo arricchisce tutti i componenti della famiglia.

L’attenzione dello psichiatra Cucchi si focalizza infine sui benefici che bambini, anziani e coppie traggono dal possedere un animale domestico:

Amare gli amici a quattro-zampe e farli entrare nella propria famiglia aiuta a sviluppare il nostro sistema emotivo, soprattutto quello dei più piccoli in famiglia, i bambini continua Cucchi.

Per loro avere animali in casa è importante perché insegna il rispetto e le regole dell’accudimento, soprattutto l’importante concetto di prendersi cura di qualcuno.

Per le persone anziane invece un compagno è fonte di vitalità e rinnovata energia; è fondamentale sentire di essere utile se non indispensabile per qualcuno che si fida e affida a noi, permettendo inoltre di mantenere una routine quotidiana.

Una coppia trova nuovi stimoli e talvolta affiatamento prendendosi cura di un animale, perché in questo caso il lavoro di squadra viene valorizzato. Avere un pet in casa rinnova ogni giorno l’importanza delle relazioni di fiducia e dona la bellezza dell’entusiasmo che gli animali sanno tipicamente portare in ogni loro gesto nei confronti dei loro padroni”.

Animali

Commenti: Vedi tutto