Pesce Rosso

Nicola Spisso
  • Autore - Laurea in Ingegneria Edile Architettura

Pesci Rossi informazioni, razze, caratteristiche, comportamento, malattie e consigli utili sulla cura, cosa mangiano e come allestire un acquario.

pescerosso-1

Pesciolino Rosso caratteristiche

La prima cosa da sapere è che quello che comunemente chiamiamo pesce rosso o ciprino dorato o carassio rosso in verità ha un nome scientifico ben preciso, Carassius Auratus, un parente stretto della carpa, ed è un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia dei Cyprinidae che originariamente viene dalla Cina.

Il pesciolino rosso ha una struttura corporea ben proporzionata ed omogenea, le pinne sono proporzionate, la bocca è piccola e priva di barbigli e può raggiungere una lunghezza massima compresa tra 22/25 cm.

Questo tipo di pesce è abbastanza resistente e, se trattato con poche ma dovute accortezze, può sopravvivere anche per quindici anni.

I pesci rossi non amano stare da soli nell’acquario quindi hanno un carattere molto socievole e possono essere anche addestrati, ovviamente, con compiti molto semplici.

pescerosso-2

Pesci rossi Razze

I pesci rossi appartengono ad un un’unica razza ma, morfologicamente, sono diversi tra di loro quindi li possiamo distinguere secondo varietà diverse.

Vediamo insieme quali sono le varietà di pesci rossi più amati dagli italiani:

  • Pesce Rosso comune: è quello che tutti conosciamo ed è quello più diffuso in commercio.
  • Pesce Rosso Cometa: il suo nome deriva dal fatto che la pinna caudale è molto sviluppata e quando nuota sembra che lasci nell’acqua una scia simile ad un cometa.
  • Pesce Rosso Pearlscale: è così chiamato in quanto le sue squame, di color perla, formano una sorta di corona in cima alla testa.

pescerosso-cometa

  • Pesce Rosso Trombetta: ha le pinne decisamente lunghe ed ha il corpo a forma di uovo.
  • Pesce Rosso Demekin: conosciuto anche come occhio del drago ha un corpo molto piccolo e tozza e occhi telescopici.
  • Pesce Rosso Oranda: questo pesce ha il corpo tondeggiante ed è uno di quelli che si trovano spesso negli acquari degli appassionati.

pescerosso-comune

  • Pesce Rosso Ninfa: è di colore arancione ed è perfettamente uguale al pesce rosso comune.
  • Pesce Rosso Orifiamma: conosciuto anche come pesce coda a velo è apprezzato per le sue eleganti pinne.
  • Pesce Rosso Celestial: conosciuto anche come piagnone questa varietà ha gli occhi sporgenti e rivolti sempre verso l’alto.

pescirossi-pinne

Pesci rosso malattie e alimentazione

Innanzitutto è bene sapere che i pesci rossi (per intenderci, quella specie più comune, con le pinne morbide e a velo, gli occhi sporgenti e il corpo piuttosto tozzo e corto…), sono molto sensibili allo stress.

E di situazioni stressanti per questo pesce, ce ne sono molte come ad esempio il cambio repentino di temperatura.

Quando cambiate l’acqua, fate molta attenzione alla temperatura che deve rimanere il più possibile costante a quella precedente.

I pesci rossi soffrono abbastanza a livello intestinale, questo soprattutto perché sono dei gran mangioni e tendono a cibarsi ben oltre le loro necessità e la loro soggettiva capacità digestiva.

Questo eccesso di cibo, può portare a disturbi intestinali che possono sfociare anche in complicanze piuttosto gravi.

pescerosso-testa

Vi consigliamo, quindi, di controllare scrupolosamente le dosi di cibo immesse nell’acquario (massimo 2 o 3 volte al giorno e in quantità non eccessive, tali da poter essere mangiate dal pesce in un minuto circa), e di somministrare ai nostri amici cibo di qualità come mangimi a granuli oppure “mangimi vivi” come la dafnia, la zanzara e l’artemia salina.

Non bisogna mai trascurare il fatto che i pesci rossi soffrono molto la presenza di nitriti e nitrati nell’acqua, sostanze che vengono prodotte dalle feci stesse dell’animale e che si comportano sul suo organismo come un vero e proprio veleno.

Sì ad acquari grandi, in grado di garantire ad ogni pesce una quantità di acqua necessaria a smaltire i rifiuti che esso stesso produce.

Ricordiamo che questi nostri piccoli amici sono soggetti anche malattie infettive e malattie tumorali.

pescerosso-testa2

Come allestire un acquario

Al contrario di quello che siamo abituati a vedere, la boccia di vetro non va bene per il nostro amico con le pinne, ma è necessario un acquario rettangolare che abbia la capacità di almeno 10 litri per pesce rosso che deve essere coperto da una lastra durante la notte.

La temperatura dell’acqua deve essere fra i 18 e i 23 gradi e per questa specie si può utilizzare l’acqua di rubinetto magari si può utilizzare un prodotto che elimini l’eccesso di metalli e di cloro ed è necessario tenerla sempre pulita.

pescerosso-acquario

I pesciolini rossi amano la compagnia dei propri simili, quindi è meglio non farli stare troppo da soli ma comprarne almeno due, mentre non va molto d’accordo con pesci di altre specie: meglio evitare, per non rischiare conflitti.

L’acquario può essere tranquillamente arredato con tantissime piante acquatiche (produzione di ossigeno) in quanto il pesce rosso non è amante della vegetazione e di conseguenza non la mangia anzi va a riporre le uova al sicuro.

Non dimenticate l’illuminazione dell’acquario che è fondamentale.

pescerosso-acquario2

Come distinguere i pesci rossi maschi dalle femmine e riproduzione

Come giusto che sia il pesce rosso maschio si differenzia dalla femmina per le dimensioni sia del copro che della coda (la coda della femmina solitamente più grande di quella del maschio) ma per capirne realmente il sesso bisogna osservarli attentamente durante la stagione riproduttiva.

Il pesce rosso maschio raggiunge la maturità sessuale intorno al primo anno di età cioè quando sviluppa i tubercoli nuziali vicino alle pinne mentre il pesce rosso femmina raggiunge la maturità sessuale quando la pancia si riempie di uova.

I pesci rossi sono molto prolifici e la loro riproduzione avviene, solitamente, in primavera o in estate e cioè quando la temperatura dell’acqua supera, stabilmente, i 16°/17°.

Cose da sapere e curiosità sugli acquari

Pesci rossi immagini