Pantegana: caratteristiche dell’animale e pericosità


Comunemente nota come ratto grigio. Quali sono le sue caratteristiche? Dove si può incontrare? Aspetto ed alimentazione. Quali pericoli comporta?

pantegana-11


Ratto grigio, marrone o norvegese, in realtà la conosciamo tutti sotto il nome di pantegana.

Questo piccolo roditore temuto da tutti non solo per l’aspetto poco gradevole ma anche perché risulta essere un animale veicolo di molteplici patologie che possono affliggere l’umano.

Non fa distinzioni di clima o territori per questo risulta essere diffuso in tutto il mondo indistintamente dalla fauna o flora che caratterizzano la località specifica.

pantegana-1

Appartenente alla famiglia dei Muridi è un mammifero roditore, quello presente oggigiorno nasce in Oriente e si presuppone si sia stanziato in Europa a causa dei traffici di merci che provenivano dall’Asia.


Leggi anche: Chihuahua Toy Caratteristiche: educazione e gestione del cane

A differenza del ratto dei tetti, che predilige ambientazioni asciutte, la pantegana vive bene in territori salmastri, paludosi ed umidi, ragion per cui in città colonizza le fognature, da qui il nome di ratto delle chiaviche.


Caratteristiche corporee

Dalla forma affusolata che gli permette di inserirsi anche nei pertugi più stretti, ha una caratteristica colorazione grigiastra tendente al marrone che sfuma schiarendo sul ventre fino a divenire quasi bianca.

L’aspetto sicuramente non è definibile aggraziato o bello, il pelo risulta ispido ed al tatto sgradevole per non parlare del caratteristico colore che lo fa pensare quasi sporco.

pantegana-3

Le zampe di colore rosa ed il muso non eccessivamente pronunciato, ma al contrario squadrato, lo differiscono dall’antenato ratto nero che colonizzava le città in epoca medievale.

Mentre le zampe posteriori risultano più robuste, grazie alle quali riesce ad arrampicarsi e sollevarsi in posizione eretta, quelle anteriori più magre e deboli gli permettono di cibarsi.

Il suo morso è facilmente distinguibile grazie al solco lasciato dai denti aguzzi, due lunghi incisivi taglienti dal colore giallastro gli permettono di segare anche i materiali più robusti come il legno.

pantegana-10

Stile di vita

Dotato di vibrisse, noti anche come baffi, ha la capacità di muoversi agilmente anche nella notte più buia, momento del giorno prediletto dalla pantegana, dal momento che durante il giorno scelgono di dormire.

Ultimamente è stato scoperto che questi roditori sono capaci di avere cognizione propria nello spazio e nel tempo, un pò come i primati, questo gli permette inoltre di avere un’ottima memoria, utile nel ricordare i percorsi che li portano fino alle fonti di cibo.


Potrebbe interessarti: Procione Americano, che simpatico animaletto!

pantegana-4

Quasi definibili architetti, sono in grado di costruire veri e propri appartamenti sotterranei ricchi di stanze alcune per il riposo altre per la conserva alimentare.

Curioso è anche il modo in cui tal volta ampliano le loro case costruendo nuove stanze, aiutandosi con i denti e le zampe per scavare e rendendo l’abitacolo confortevole aggiungendo foglie ed erba.

Cibo

Sfatiamo il mito che la pantegana mangi solo formaggio perché in realtà si tratta di animali onnivori che non discriminano affatto nè cerali nè carne, anzi quando quest’ultima è disponibile la prediligono sul resto.

Una dieta basata soprattutto sui cereali nonostante risulti essere molto variegata è dipendente dalla specie in questione.

pantegana-9

Quelli che abitano lungo i torrenti si cibano anche di pesci e molluschi, per non parlare della loro caccia ai piccoli animali come lucertole ed insetti che stipano con cura nelle loro tane per poi cibarsene al momento del bisogno.

Si verifica una successione nelle abitudini alimentari nel perpetuarsi della specie che dipende dalla zona nella quale questa cresce, così nelle aree globali più povere di vegetazione questi animali si cibano di altre specie animali, in taluni casi possono anche aggredire l’umano.

pantegana-7

Riproduzione

Si tratta di un mammifero, di conseguenza è un animale in grado di contenere nel suo grembo il feto fino a completa maturazione. La gestazione non dura nemmeno un mese, al termine della quale la mamma pantegana può dar vita fino a 15 cuccioli, minuscoli, senza pelo, sordi e muti.

Questi sono in grado solo di emettere ultrasuoni che gli permettono la comunicazione con la mamma sia per attirare la sua attenzione che per essere sfamati.

pantegana-5

La ripresa della femmina di ratto è veramente celere, dopo nemmeno un giorno può restare nuovamente gravida e risulta essere un mammifero che si prodiga all’allattamento non solo della sua cucciolata ma anche di figli non propri, grazie alle numerose energie che possiede.

I piccoli si definiscono completamente indipendenti dopo circa due settimane durante le quali vengono svezzati ed iniziano a vedere.

Nonostante i piccoli esemplari maschi sono sessualmente attivi dopo circa 3 mesi, vengono messi in secondo piano dagli adulti della specie, che raggiungono anche dimensioni di mezzo metro per circa 400 grammi di peso, aspetti che non lo rendono di certo un animaletto dalla presenza piacevole.

pantegana-2

Patologie trasmesse

Essendo un animale che colonizza le fognature numerose sono le malattie che questo può trasmettere all’uomo, sia tramite gli escrementi che attraverso il morso.

La più conosciuta è la leptospirosi, veicolata tramite batteri che vivono nel topo e che può indurre svariati sintomi tra i quali cefalea e dolori muscolari, questa è trasmetta attraverso l’urina che possono depositare in acqua e sugli oggetti. Basta una ferita sulla pelle per rimanerne infetti.

pantegana-6

Una piaga che affligge tutt’oggi parte della popolazione mondiale sottosviluppata è la peste, patologia che i roditori trasmettono attraverso il loro morso.

Anche la rabbia può essere trasmessa dal ratto all’uomo tramite il loro morso oppure un semplice graffio. Sintomatologicamente verifichiamo febbre, perdita di coscienza e spasmi muscolari tutti dovuti all’infiammazione del tessuto nervoso causata dal batterio.

pantegana-8

Galleria immagini pantegana

Simona Commara
  • Laurea in scienze della nutrizione Unical 105/110
  • Socio junior federazione FIF
  • Corsista Personal Trainer certificata
  • Fonte Google News

Commenti: Vedi tutto