La Lucertola a Due Teste: scherzo della natura?

Nicola Spisso
  • Autore - Laurea in Ingegneria Edile Architettura

‘Uno strano scherzo della natura’, verrebbe da dire. E invece, il dubbio che non si tratti semplicemente di ‘natura’ sta emergendo a piano a piano. Stiamo parlando del rinvenimento di un esemplare di lucertola che presenta due teste! Come detto prima, in un primo momento verrebbe da pensare che il piccolo rettile è semplicemente vittima di uno scherzo della natura e invece c’è chi, basandosi sul luogo del ritrovamento dell’animale, paventa altre e ben più gravi cause. La lucertolina a due teste infatti, è stata notata nei pressi di una centrale nucleare dismessa che si trova sul nostro territorio, e più precisamente quella di Sessa Aurunca, vicino a Caserta. Secondo gli ecologisti di Legambiente quindi, è molto probabile che il rettile sia stato colpito dalle eventuali radiazioni che, evidentemente, ancora continuano a persistere in quella zona, seppur la centrale non è più in uso ed è stata dismessa. Da qui sorge l’inquietante dubbio che anche noi esseri umani potremmo rimanere vittime di quelle stesse radiazioni nocive, con conseguenze che è facile immaginare e di cui la povera lucertolina è testimone. Ma, al di là di questa tesi catastrofica, c’è chi rassicura: le deformazioni inj natura esistono e a conferma di ciò si può citare quel caso della North Carolina dove, in un allevamento di rettili distante anni luce da una centrale elettrica, è nata anche lì una lucertolina a due teste… In ogni caso, è sempre meglio indagare più a fondo, soprattutto se a rischio c’è la salute dell’essere umano e della fauna e flora.

 

La Lucertola a Due Teste: scherzo della natura?