Iguana Allevamento: la scheda di un rettile particolare

Uno dei rettili più ricercati al giorno d’oggi è l’iguana. Il loro allevamento richiede una certa attenzione. Vi presentiamo di seguito la scheda di un rettile particolare, con tutte le informazioni utili su questo animale ed i suggerimenti per allevarlo al meglio!

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare

Gli amanti dei rettili non possono non avere in casa un’iguana. Infatti, si tratta di un esemplare affascinante e anche molto particolare. Per indole non è proprio da compagnia in quanto è riservato ed ama avere i suoi spazi.

Inoltre, allevarlo non è semplice. Tuttavia, oggi è uno degli esemplari più ricercati e, seguendo attentamente alcuni accorgimenti, si possono creare le condizioni ideali per avere in casa la propria iguana.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-3

Caratteristiche generiche

L’iguana rientra nella categoria dei rettili squamati e più precisamente appartiene alla famiglia dei sauri. Vanta delle origini molto antiche ed è nativo dell’America meridionale e centrale. Alcuni esemplari che però oggi rischiano l’estinzione si possono trovare anche nel Madagascar e nelle isole Figi


Leggi anche: Porcellino d’India

Da piccola, l’iguana appare leggermente più grande di una lucertola. Tuttavia non dovete farvi ingannare. Una volta cresciuto, questo esemplare può arrivare anche a superare il metro e mezzo di lunghezza, con un peso che si aggira intorno ai 5 kg. Le specie tenute in cattività, talvolta hanno delle dimensioni ancora maggiori.

L’aspetto di un iguana ad ogni modo è molto caratteristico. Molto spesso viene paragonata ad un piccolo drago. In effetti, presenta un corpo ricoperto di squame e in alcuni casi ha delle creste di spine molli che vanno dal dorso fino alla coda. Quello che colpisce sono i suoi colori. Infatti, spesso le creste presentano delle punte colorate molto particolari.

L’iguana ha il muso allungato tipico dei rettili, con dei denti molto affilati e pungenti. La coda è la parte più lunga di tutto il corpo, molto spesso viene usata come arma di difesa e all’occorrenza si stacca per poter sfuggire alla presa di un nemico.

Iguana Allevamento: scheda di un rettile particolare

Abitudini

Nonostante sempre più spesso vengano scelte come animali domestici, in realtà le iguane non sono proprio gli animali migliori da tenere in casa per compagnia.

Infatti, ci tengono molto alla loro privacy e alla loro tranquillità, non amano essere disturbate e di certo non possiamo definirle socievoli. Inoltre, sono molto territoriali e tendono a diventare facilmente aggressive se si sentono minacciate e se qualcosa invade il loro territorio.


Potrebbe interessarti: Chihuahua caratteristiche

Il loro stile di vita è abbastanza monotono e ripetitivo. La notte si rifugiano in un riparo per dormire, in modo da nascondersi dai predatori. Di giorno, invece, cercano dei posti caldi e si stendono al sole.

Infatti, si tratta di animali a sangue freddo che hanno costantemente bisogno di stabilizzare la loro temperatura corporea. Quella ideale è di circa 30°.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-6

Alimentazione

L‘iguana è un animale erbivoro e quindi segue un’alimentazione priva di proteine animali. Gli esseri che sono in cattività hanno l’abitudine di procacciarsi il cibo di giorno.

Per gli esemplari tenuti in casa, invece, il cibo dovrebbe essere dato una sola volta al giorno da adulti e due volte al giorno quando sono più piccoli.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

Tendenzialmente, la loro alimentazione dovrebbe essere composta prevalentemente di verdure, ma non devono mancare anche ortaggi ed un po’ di frutta, meglio se di stagione. Tutto deve essere accuratamente lavato, ma non cotto.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-9

Come realizzare il terrario

Le iguane sono degli animali molto particolari e hanno bisogno di un habitat ben preciso. Vediamo quali sono tutti i passaggi per ricreare il loro ambiente ideale in un terrario.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-16

Dimensioni

Il primo suggerimento utile è quello di comprare un terrario particolarmente grande. Infatti, come abbiamo detto, l’iguana crescerà molto una volta adulta ed è bene metterla da subito in quella che sarà la sua collocazione definitiva.

Le dimensioni ideali del terrario devono essere quindi di circa 200 cm di altezza x 200 cm di larghezza e 120 cm di profondità. In questo modo il vostro rettile sarà libero di muoversi.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-13

Illuminazione

Le iguane hanno bisogno della luce e del calore del sole. Quindi per gli esemplari domestici che non possono godere naturalmente dei raggi del sole c’è bisogno di ricreare delle soluzioni ad hoc.

Nel terrario è indispensabile inserire delle lampadine particolari che, oltre ad illuminare, forniranno anche il calore necessario. Ce ne sono di diversi tipi e in grado di raggiungere varie temperature.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-12

Substrato

Molto importante è anche realizzare un substrato ideale. Molto usato per questo scopo è il reptibark, un materiale composto da schegge di faggio.

Tuttavia, le iguane adulte potrebbero mangiarlo ed andare incontro a dei gravi problemi di salute. Per evitare ciò, è perfetto usare anche un substrato di erba sintetica o addirittura i fogli di giornale.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-14

Accessori

Infine, è bene ricreare l’habitat naturale inserendo piante e rametti secchi. Potete optare sia per quelli veri che per quelli artificiali.

Come ultimo accorgimento va inserita una vaschetta d’acqua per permettere all’iguana di bagnarsi, ma anche per creare una certa umidità nel terrario.

iguana-allevamento-scheda-di-un-rettile-particolare-11

Iguana: immagini e foto

Nella seguente galleria potrete ammirare le immagini delle iguane. Non perdete l’occasione di ammirare uno dei rettili più ricercati come animale domestico!

Federica De Blasio
  • Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica