Gatto Abissino Caratteristiche: chi è e come gestirlo al meglio

Un felino non troppo diffuso, ma indubbiamente tenero e carino è il gatto abissino. Se volete capire chi è e come gestirlo al meglio, ecco di seguito quali sono le sue caratteristiche. Sicuramente dovrete procurarvi tanti giochi ed essere pronti ad essere seguiti ovunque!

gatto-abissino-caratteristiche-chi-è-e-come-gestirlo

Il gatto abissino è un esemplare dall’origine molto incerta. Oggi non è una delle razze più popolari e ha rischiato più volte l’estinzione. Tuttavia, sono dei felini molto particolari, in grado di conquistare il cuore di tutti.

Il loro aspetto rispecchia perfettamente la loro personalità: curiosi, attivi, giocherelloni, ma anche molto dolci. Vediamo adesso altre informazioni su questo splendido esemplare ed alcuni consigli per gestirlo al meglio.

gatto-abissino-caratteristiche-chi-è-e-come-gestirlo-3

L’origine del Gatto Abissino

Le origini del gatto abissino sono state collocate per molto tempo in Etiopia, anticamente chiamata Abissinia. Sarebbe poi stato portato in Europa dai mercanti e dai soldati inglesi quando nel corso del XIX secolo tornarono da una spedizione in quella zona.


Leggi anche: Gatti Siamesi Thai: carattere, foto, educazione

Altre fonti, invece, collocano la sua origine in Egitto. Qui, infatti, durante alcuni scavi archeologici sono stati ritrovati dei resti di gatti mummificati che, messi a confronto anche con alcuni dipinti murali nelle tombe egizie e gli attuali gatti abissini, hanno rivelato una incredibile somiglianza.

Tuttavia, secondo recenti studi il gatto abissino è originario del sud est Asiatico, in quanto solamente in questa zona compaiono esemplari con le stesse caratteristiche genetiche di questa razza.

Ad ogni modo furono gli inglesi a portare questa razza in Inghilterra. Il gatto Abissino conquistò subito tutti e dopo poco tempo furono fissati gli standard di razza.

Durante le due guerre mondiali questo felino è stato a rischio di estinzione. Anche negli anni 60, per via di una epidemia, ha rischiato di scomparire. Furono importati altri esemplari e oggi il gatto abissino è salvo, anche se non è una specie molto diffusa.

gatto-abissino-caratteristiche-chi-è-e-come-gestirlo-10

Aspetto

Il gatto abissino è di taglia media. Appare ben proporzionato e con un corpo molto tonico. Generalmente il suo peso oscilla intorno ai 5 kg. Ha degli arti sottili ed i piedi piccoli, per questo sembra sempre che stia camminando sulle punte. In realtà è molto agile.

La testa, invece, è caratterizzata da grandi occhi, sempre curiosi e vispi. Possono essere verdi, gialli o nocciola e sono sempre contornati da una linea nera.


Potrebbe interessarti: Gatto Certosino Caratteristiche

Le orecchie sono particolarmente grandi e all’insù. Sembra che il gatto abissino sia sempre allerta ed attento a ciò che succede intorno a lui. La coda, invece, è affusolata e abbastanza lunga.

gatto-abissino-caratteristiche-chi-è-e-come-gestirlo-9

Pelo

Il gatto abissino non ha il sottopelo, per cui il suo mantello appare molto morbido e sottile. Il pelo è corto ed è molto particolare per quanto riguarda il colore.

Infatti, ciascun pelo è diviso in bande di diverse sfumature. Questa è una caratteristica tipica dei gatti selvatici perché li aiuta a mimetizzarsi. Generalmente il mantello appare più scuro lungo il dorso e più chiaro intorno al collo e sul ventre.


Hai problemi con le piante? Iscriviti al gruppo

gatto-abissino-caratteristiche-chi-è-e-come-gestirlo-13

Carattere

Il tratto principale del gatto abissino è sicuramente la sua intelligenza. Infatti, questa razza è molto sveglia ed attenta, apprende facilmente e segue con attenzione tutto ciò che succede intorno a loro.

Proprio per questo è molto importante stimolarli continuamente con dei giochi. Ad una certa intelligenza si aggiunge poi anche una buona dose di curiosità.

Un altro aspetto del suo carattere è la socialità. Infatti, si tratta di un animale molto socievole che segue il padrone ovunque e non ama stare da solo.

Per questo è più adatto a vivere in una famiglia, in modo che ci sia sempre qualcuno con lui. Si lega molto bene anche con gli altri animali, anche se in presenza di altri gatti tende a voler primeggiare.

gatto-abissino-caratteristiche-chi-è-e-come-gestirlo-14

Come gestire al meglio un gatto abissino

Il gatto abissino è anche molto attivo ed agile ed ama muoversi in continuazione. Per questo, vivere in una casa piccola potrebbe essere un po’ limitante per lui. L’ideale sarebbe farlo stare in un bel giardino dove può saltare, correre e giocare liberamente.

Attenzione, però, a fargli visita spesso. Per lui il contatto con il padrone è molto importante. Insomma, dovete lasciarlo libero di entrare ed uscire da casa come vuole. Per tenerlo impegnato comprategli dei giochi, è in grado di passare delle ore a giocare anche da solo.

In genere il gatto abissino non richiede troppe cure. Ad esempio il suo pelo corto ha bisogno solamente di una spazzolata periodica ed una buona toelettatura che è sempre indispensabile.

Come accorgimento importante, però, c’è quello di non saltare i controlli dal veterinario. Infatti, questa razza può facilmente essere soggetta ad alcune malattie ereditarie e alla atrofia progressiva della retina.

Infine, fate attenzione alla sua alimentazione. Deve essere sana ed equilibrata. In particolare non devono mai mancare le proteine che possibilmente deve prendere dalla carne fresca.

Gatto Abissino Caratteristiche: chi è e come gestirlo

Gatto abissino: immagini e foto

Nella seguente galleria potete osservare le immagini del gatto abissino, un esemplare dall’aspetto curioso e sempre all’erta. Sfogliate le foto per vederlo.

Federica De Blasio
  • Laurea magistrale in lingue e letterature moderne
  • Autore specializzato in Arredamento
Suggerisci una modifica