Carlino Razza, caratteristiche e scheda


Il Carlino è un piccolo cane molossoide molto simile al bulldog. L’origine della razza è cinese, si trovano già  documenti del 600 a.C.  che parlano di un “cane dal muso corto” ma arriva in Europa solo fra il 1500 e il 1600, con gli scambi commerciali fra l’Europa e l’Oriente: i commercianti usavano infatti portare in Europa questi cani come dono dalla Cina. Il piccolo cane da compagnia diventa una moda anche negli ambienti aristocratici – non a caso è facile trovare in molti dipinti dell’epoca dame che si fanno ritrarre insieme ai loro amati Carlini-.


Internazionalmente questo cagnolino è noto come Pug o Mops, in italiano l’equivalente di “musetto”, per via del suo muso schiacciato e arricciato, e deve il suo nome a Carlo Bertinazzi, detto Carlino, un attore italiano famoso nel ruolo di Arlecchino che si esibiva con una maschera che ricordava il muso di questo cane.

Il Carlino è un tipico cane da compagnia, un cosiddetto “cane da salotto”, alto al garresse non più di 33 centimetri per un  peso che varia tra i 7 e gli 8 chili. Ha un buon carattere, tranquillo, sensibile e affettuoso ed è molto legato al padrone e alla famiglia –quasi diffidente con gli estranei-, non ama per questo restare a lungo da solo.


Leggi anche: Bulldog Inglese, un cane delicato e particolare

Può anche essere un ottimo cane da guardia, anche se è abbastanza pigro e non predilige le lunghe passeggiate. Particolare attenzione e cura va prestata ai punti deboli di questa razza, gli occhi sporgenti e le vie respiratorie, che con l’età potrebbero causargli dei problemi fisici non indifferenti, come cecità e insufficienza respiratoria. Attenzione anche al peso e alla dieta: i Carlini sono affamati e buongustai e tendono ad ingrassare parecchio se non controllati!

Carlino Razza, caratteristiche e scheda

Animali

Commenti: Vedi tutto