Animali allevati per la sperimentazione: è vietato

Finalmente, la notizia che tutti gli amanti degli animali aspettavano è arrivata! Dopo dure e lunghe battaglie, è stato approvato alla Camera il disegno di legge che vieta, sul territorio italiano, l’allevamento di animali destinati alla sperimentazione. Legge a tutti gli effetti, finalmente! Fra l’altro, la nuova norma prevede anche che il Governo dovrà impegnarsi per cercare e trovare dei metodi alternativi a questo tipo di crudele –ed inutile- sperimentazione.

 

Inoltre, gli animali non potranno mai, in nessuna maniera, essere utilizzati all’interno di “esperimenti bellici, per gli xenotrapianti e per le ricerche su sostanze d’abuso, negli ambiti sperimentali e di esercitazioni didattiche ad eccezione dell’alta formazione dei medici e dei veterinari”. Di fatto, con l’approvazione di questo decreto, il nostro Governo si impegna a “sviluppare approcci alternativi idonei a fornire lo stesso livello o un livello superiore di informazioni rispetto a quello ottenuto nelle procedure che usano animali, ma che non prevedono l’uso di animali o utilizzano un numero minore di animali o comportano procedure meno dolorose, nel limite delle risorse finanziarie”. Insomma, una grande vittoria per tutti gli animalisti e coloro cui stanno a cuore i diritti degli animali indifesi.


Leggi anche: Animali che vanno in letargo

 

Frutto di lunghe battaglie dentro e fuori il Parlamento che ora, per fortuna, hanno dato i loro frutti. In sintesi, scritta dall’ex ministro Michela Brambilla, la nuova legge appena approvata investe tutto il territorio nazionale del divieto di allevare gatti, cani e primati per essere usati a ‘scopo scientifico’. Oggi è un grande giorno, che segna sicuramente un enorme passo avanti nella nostra società.

Cattura

 

Nicola Spisso
  • Laureando in Ingegneria Edile - Architettura
  • Web e Graphic Designer professionista
  • Master in digitale presso Google conseguito nel 2016
  • Autore specializzato in architettura e design d'interni
Suggerisci una modifica